pare normale (citazioni sul paranormale)

da:

- Chiaroveggente, n. Persona, in genere donna, che ha il potere di vedere ciò che è invisibile al suo cliente, in particolare che quest'ultimo è un fesso.
-
Omeopata n. L'umorista della professione medica. Ambrose Gwinett Bierce (1842-1914?) Il Dizionario del Diavolo (1911) 

- È molto più probabile che i nostri sensi ci ingannino, piuttosto che una vecchia salga su per il camino su un manico di scopa; ed è molto meno sorprendente che i testimoni mentano, piuttosto che una strega compia gli atti che le sono attribuiti. Michel Eyquem de Montaigne (1533-1592) citato da Lecky, Rationalism in Europe.

- Or provedete, signori astrologi, con li vostri pedissequi fisici, per que' vostri cerchi che vi discriveno le fantasiate nove sfere mobili; con le quali venete ad impriggionarvi il cervello di sorte che me vi presentate non altrimente che come tanti papagalli in gabbia, mentre raminghi vi veggio ir saltellando, versando e girando entro quelli. Giordano Bruno (1548-1600) De l'infinito, universo e mondi

- Considerate, vi prego, se non state rinunciando a ogni vergogna e sincerità nel sostenere questi principi. Per il fatto che una cometa appare in un gruppo di stelle che per gli antichi ritenevano adatto a chiamarsi la Vergine, allora le nostre donne dovrebbero diventare sterili, o avere frequenti aborti, o morire zitelle. Non conosco nulla di più insensato! Chi offre queste cose con serietà, mostra il più grande disprezzo per l'umanità, e la più scandalosa bugiarda impunità. Pierre Bayle (1647-1706) Pensieri sulla cometa del 1680. citato da Jim Herrick, Against the Faith (1985), p. 35.

- Una certa porzione della razza umana / Ha un certo gusto per farsi ingannare. Thomas Hood (1799-1845) A Black Job. Citato da Columbia Dictionary of Quotations.

- Meglio vivere da spazzino che morire ed essere costretto a dire sciocchezze tramite un medium pagato una ghinea a seduta. Thomas Henry Huxley (1825-1895) citato in Michael Shermer, How We Believe (1999) p. 55.

- Ribellarsi contro un potente sistema politico, economico, religioso o sociale è molto pericoloso e pochissime persone lo fanno, se non forse, riunendosi in gruppo. Ribellarsi contro il potere "scientifico" invece, è la cosa più facile al mondo, e chiunque può farlo e sentirsi enormemente coraggioso, senza rischiare niente di più di un afta. Perciò, la grande maggioranza crede nell'astrologia e pensa che i pianeti non abbiano niente di meglio da fare che formare un codice che dica loro se domani sarà una buona giornata per gli affari o no, e diventa tutta eccitata ed entusiasta nel difendere una stupidaggine, quando un gruppo di astronomi la denuncia. Isaac Asimov (1920-1992) (attribuito: fonte sconosciuta)

- La realtà è ciò che non sparisce, quando smetti di crederci. Philip K. Dick (1928-1982) quoted from Victor J. Stenger, Has Science Found God? (2001).

- La verità non ha bisogno di fede. Gli scienziati non giungono le mani ogni domenica cantando, "Sì, la gravità è reale! Avrò fede in essa! Sarò forte! Io credo nel profondo del cuore che quello che va su, su, su, deve tornare giù, giù, giù. Amen!" Se lo facessero, potremmo pensare che non ne sono così sicuri. Dan Barker Losing Faith in Faith: From Preacher to Atheist.

- Ciò che è creduto da tutti, sempre e ovunque, ha tutte le probabilità di essere falso. Paul Valery (1871-1945) Tel quel I (1943), citato da James A. Haught, 2000 Years of Disbelief.

da altre fonti:

- Oroscopi: il libro dice che i nati in gennaio sono gentili, quelli di febbraio sono onesti, i nati di marzo sono sinceri, i nati di aprile sono affidabili, eccetera eccetera. Ora quello che non capisco è: ma da dove vengono tutti i figli di puttana. Lou Alexander

- (Davanti alla porta dell'indovino) "Toc, toc ..." "Chi è" "Ah, cominciamo bene" Anonimor

- Se i morti ti parlano sei uno spiritista, se tu parli ai morti sei uno schizofrenico. Thomas Szasz (1920-2012) The Second Sin (1973)

pagina aggiornata a: 20 luglio 2013