Gaddini

Cognominizzazione di un nome personale, Gaddo, ipocoristico prevalentemente toscano di Gherardo, formatosi per sincope e assimilazione dei fenomeni interni (Gherardo > Gardo > Galdo > Gaddo), ma poiché il cognome è documentato anche nel nord, la base può quindi anche essere un ipocoristico germanico Gado (da Gad = compagno).
Un Gado è documentato nel 1157 a Genova nel "cartolare" del notaio G. Scriba, mentre un Gaddo compare in un atto redatto a Pisa nel 1329: "...hereus de Gaddo de Visinyano, ... notari..."
(link), e nella "Cronica" del convento di Santa Caterina a Pisa, redatta tra il 1390 e il 1411, si nominano vari frati di nome Gaddo: "Frater Gaddus de Verchionibus" (IV, 67), "Frater Gaddus de comitibus de Donoratico" (IV, 84), "Frater Gaddus, de famosis conventus nostri conversis" (VI, 129), "Frater Gaddus de Sancto Frediano" (VI, 132), "Frater Gaddus de Curtibus" (VII, 152) e infine "Frater Gadduccius de Sismundis" (V, 100).
Un Gaddo molto noto nella letteratura è uno dei figli del conte Ugolino della Gherardesca nella "Divina Commedia" di Dante (Inferno, Canto 33°, 1-90), che era anche personaggio reale, e che, nella vita come nella letteratura, morì di fame nel 1289 insieme a suo padre, suo fratello e i suoi nipoti, tutti rinchiusi nella torre della Muda, detta "della fame" a Pisa.
Un altro personaggio famoso con questo nome è Gaddo di Zanobi detto Gaddo Gaddi (1239–1312), pittore fiorentino come anche suo figlio Taddeo Gaddi (1290–1366), allievo di Giotto e i figli di questo, Giovanni Gaddi, Agnolo Gaddi (1350–1396) e Niccolò Gaddi.
Esiste comunque anche l'ipotesi che il cognome derivi da un nome di località: nel Codice Diplomatico della Lombardia medievale in un atto del maggio 1123 si legge: "...predicta vinea iacet ad locum ubi dicitur in Gaddo, est ei a mane Sancti Ambrosii..."
(link).

I Gaddini
Su un sito internet (link) risulta uno Jacopo Gaddini, marito di Giovanna Ferrucci, di famiglia fiorentina, morta di peste nel 1363.
Secondo alcuni i Gaddini provengono dalla Romagna, si spostarono poi a Roma e quindi a Foggia.
In tempi non meglio precisati Guglielmo fu prefetto di Monza e dottore in legge. Giovanni, Cavaliere aurato, fu ambasciatore presso Carlo V.
Nel Medioevo sembra ci fossero dei vescovi con questo nome e in seguito Guglielmo fu Vescovo di Parma e Guastalla nel 1642. Giuseppe fu Vescovo di Spoleto nel secolo XVIII.
Sul sito web House of names
(link) è presente un (dubbio) stemma della famiglia Gaddini (vedi immagine).

Origine toscana?
Dagli elenchi telefonici del 1996 risulta che il 60% dei Gaddini è in Toscana e soprattutto in provincia di Lucca (53%); il 15,7% sono nel Lazio (quasi tutti a Roma, quasi tutti discendenti dal ramo riminese) e il 14% in Liguria (quasi tutti in provincia di Imperia).
Da un sito dei Mormoni
(link) risultano due Gaddini emigrate negli U.S.A., entrambe del 19° secolo e una di esse era originaria della provincia di Lucca. Dagli elenchi degli immigrati in transito a Ellis Island (New York) tra il 1892 e il 1924 risultano 61 Gaddini, di cui 42 dal comune di Capannori (26 da Massa Macinaia, 10 da Capannori, 4 da Marlia e 2 da Badia Cantignano) e 8 da Lucca.
Si può consultare
(link) una piccola mappa d'Italia con le principali città e regioni citate nel testo, e sul mio albero genealogico (link) si possono travare i nomi dei miei antenati Gaddini.

SITI WEB CONSULTATI:
1) http://www.cognomiitaliani.org/cognomi/cognomi0007.htm
2) http://www.familysearch.com/
3) http://www.houseofnames.com/
4) http://www.sardimpex.com/Files/FERRUCCI.htm

siti internet su Gaddini nel mondo:

Eugenio Gaddini (psichiatra italiano) Norman Gaddini (pittore USA)
Millie Gaddini (ricercatrice jazz) Luca Gaddini (pittore italiano)
Gary Gaddini, pastore della Peninsula Covenant Church, California, USA
Dr. Michael Gaddini, medico a Folsom, California, USA
pagina creata il: 12 gennaio 2001 e aggiornata al: 15 giugno 2009