Con buona salute
(dalla newsletter di Consumer Health Digest. Traduzione: Andrea Gaddini).

vaccinazioni

L'Institute of Medicine pubblica un rapporto rassicurante sui vaccini. (#11-28, 1° settembre 2011)
L'Institute of Medicine ha esaminato più di 1.000 articoli scientifici pubblicati ed ha concluso che, premesso che nessun vaccino è sicuro al 100%, sono stati dimostrati pochissimi effetti nocivi causati dai vaccini. Inoltre il rapporto ha concluso che i vaccini non provocano le diverse malattie gravi che hanno recentemente destato preoccupazione:
**Il vaccino MPR (morbillo-orecchioni-rosolia) non è associato con l'autismo o il diabete infantile.
**Il vaccino DTaP (difterite-tetano-pertosse con componente acellulare) non è anch'esso associato con il diabete.
**Il vaccino dell'influenza, se iniettato, non aggrava l'asma.
Nel 1900, per ogni 1000 bambini nati negli Stati Uniti, 100 morivano entro il primo anno di vita, spesso a causa di malattie infettive.
Oggi esistono vaccini efficaci per molte malattie batteriche e virali. La versione integrale del rapporto di 665 pagine, The Adverse Effects of Vaccines, si può scaricare gratuitamente dal sito web della National Academies Press http://download.nap.edu/cart/download.cgi?&record_id=13164&free=1.


Gli anti-vaccinazionisti ridicolizzati su YouTube
(#15-10 - 8 marzo 2015)
Il conduttore di talk-show televisivi Jimmy Kimmel ha prodotto due puntate di promozione delle vaccinazioni. La prima suggerisce che i medici dovrebbero saperne di più sui vaccini rispetto all'attrice Jenny McCarthy (anche quando è vestita). La seconda parla delle indecenti reazioni al primo video e presenta i risultati di un sondaggio in cui ai bambini era stato chiesto se preferissero un'iniezione o un lecca lecca.

Riportato un caso di difterite in Spagna (#15-22 - 7 giugno 2015)
Un bambino di sei anni è diventato il primo caso di difterite riportato in Spagna negli ultimi 29 anni. Otto bambini che sono entrati in contatto con lui sono risultati positivi al test per il batterio responsabile della morbo, ma non si sono ammalati. Questi bambini, che erano tutti vaccinati, sono stati messi in isolamento e sono in cura con antibiotici per prevenire lo sviluppo della malattia [Eight more children infected with diphtheria. The Local Spain, June 8, 2015]. Il bambino di sei anni è ricoverato in gravi condizioni ma sembra rispondere bene alla cura con antitossina difterica, ottenuta dalla Russia dopo un appello internazionale urgente. I genitori del bambino hanno detto di sentirsi "imbrogliati" dal movimento anti-vaccinazione. Il segretario generale della Catalogna per la salute pubblica, Antoni Mateu, si è impegnato a perseguire i programmi illegali anti-vaccinazione che "spargono menzogne e creano confusione" [Parents of diphtheria boy 'feel terrible guilt.' The Local Spain, June 5, 2015]. La difterite si considerava eradicata in Spagna, grazie ai programmi di vaccinazione di routine, con l'ultimo caso riportato nel 1986.

L'AMA vuole che si metta fine all'esenzione dalla vaccinazione per "convinzioni personali" (#15-23 - 14 giugno 2015)
L'AMA (American Medical Association) ha adottato una nuova politica per ottenere requisiti più stringenti a livello statale per l'immunizzazione. Anche se i programmi obbligatori d'immunizzazione negli Stati Uniti hanno controllato o eliminato la diffusione di vaiolo, morbillo, orecchioni, rosolia, difterite e poliomielite, solo due stati proibiscono l'esenzione non per motivi medici, basata su convinzioni personali. La nuova politica raccomanda che gli operatori sanitari pubblici qualificati siano coinvolti nella determinazione di quali vaccini debbano essere obbligatori e che le esenzioni siano permesse solo per ragioni mediche. L'AMA intende anche sostenere la diffusione di materiali sull'efficacia dei vaccini [AMA supports tighter limitations on immunization opt outs. AMA news release, June 8, 2015].

La California limita le obiezioni alle vaccinazioni (#15-26 - 5 luglio 2015)
Il governatore Jerry Brown ha promulgato come legge il progetto del Senato SB277, rendendo la California il terzo stato della nazione a rendere obbligatoria la vaccinazione per gli scolari ed i bambini dei centri d'assistenza all'infanzia, senza esenzioni per convinzioni religiose o personali. Gli altri due stati sono il Mississippi e la Virginia occidentale. La California è anche il primo stato ad abrogare l'esenzione religiosa per le vaccinazioni. Due mesi fà il Vermont ha abrogato la sua esenzione "filosofica" per le vaccinazioni ed è diventato il primo stato ad abrogare tutte le esenzoni per convinzioni personali, ma comunque permette ancora le esenzioni religiose. Tutti gli stati consentono le esenzioni per ragioni mediche The American Medical Association recently expressed support for tighter limitations on immunization opt outs.

Pubblicata una cronaca sulle radici del movimento anti-vaccinazione (#15-28 - 19 luglio 2015)
The Atlantic ha pubblicato un avvincente articolo sulla lotta contro la vaccinazione antivaiolosa obbligatoria iniziata durante il diciannovesimo secolo e che ha somiglianze con quella di oggi [Earl E. The Victorian anti-vaccination movement. The Atlantic, July 15, 2015].

La FDA pubblica una nuova guida sui vaccini (#15-33 - 23 agosto 2015)
La FDA (Agenzia per gli Alimenti ed i Farmaci degli Stati Uniti) ha pubblicato una guida alla vaccinazione pediatrica che tratta di benefici e rischi, tipi di vaccino, passi da compiere quando si vaccina un bambino, principali questioni sui vaccini somministrati più di frequente e domande più comuni.

Un gruppo pro-vaccinazione espende il suo raggio d'azione (#15-50 - 20 dicembre 2015)
In previsione del suo 25° anniversario, ECBT (Every Child By Two, ossia "Ogni bambino sotto i due anni") ha ampliato la sua missione originaria di garantire una tempestiva vaccinazione a tutti i bambini entro l'età di due anni, fino a comprendere persone di tutte le età. Il suo sito web migliorato e le pagine Facebook presentano dati scientificamente affidabili sui vaccini necessari in ogni fase della vita, dettagli sull'onere delle malattie prevenibili con i vaccini, risposte alle domande sulla sicurezza dei vaccini; storie personali di famiglie che sono state colpite da malattie infettive mortali ma prevenibili e links ad altre fonti affidabili.

Annullata la presentazione di un film antivaccinazione (#16-11 - 27 marzo 2016)
Il Tribeca Film Festival, che aveva programmato la proiezione di un film anti-vaccinazione, ha cancellato la presentazione in risposta alle proteste della comunità scientifica. Robert De Niro, co-fondatore del festival, ha scritto: "Il mio intento nel programmare questo film era di creare un'opportunità di conversazione su un tema che per me e la mia famiglia è profondamente sentito. Ma dopo averlo rivisto negli ultimi giorni con il gruppo del Tribeca Film Festival team ed altri della comunità scientifica, non crediamo che contribuisca alla discussione o la incoraggi come avevo sperato" [Goodman S. Robert De Niro pulls anti-vaccine documentary from Tribeca Film Festival. The New York Times, March 26, 2016] Il film, "Vaxxed: From Cover-Up to Catastrophe" (Vaccinato: dall'insabbiamento alla catastrofe) è stato diretto e scritto con altri da Andrew Wakefield, il medico caduto in disgrazia, il cui lavoro che affermava l'esistenza di un legame tra autismo e morbillo è stato ritirato da The Lancet, e la cui licenza è stata revocata per violazione del codice etico e per il suo rifiuto di rivelare un conflitto di interessi finanziario.

Trump sollecitato a sostenere le vaccinazioni (#17-07 - 12 febbraio 2017)
Guidate dall'American Academy of Pediatrics, più di 350 organizzazioni nazionali o basate in uno stato, che rappresentano famiglie, operatori sanitari, ricercatori, pazienti e consumatori hanno mandato una lettera di 28 pagine al presidente Donald Trump per esprimere il loro sostegno alle vaccinazioni. La lettera appare essere una risposta alle dichiarazioni ignoranti che Trump ha fatto durante la campagna presidenziale e nel suo recente incontro con i sostenitori dell'antivaccinazione Andrew Wakefield e Robert F. Kennedy, Jr. La lettera termina così:
Le affermazioni secondo le quali i vaccini, somministrati secondo le raccomandazioni degli esperti, non sono sicuri, sono confutate da una solida mole di letteratura medica, compresa una accurata rassegna della National Academy of Medicine. (…) Alleghiamo a questa lettera una lista non esaustiva di studi che dimostra la sicurezza dei vaccini. Rimandare le vaccinazioni serve solo a lasciare a rischio di ammalarsi i cittadini della nostra nazione, specialmente i bambini. Come nazione dovremmo raddoppiare i nostri sforzi per fare gli investimenti che ci vogliono nell'educazione familiare sull'importanza dei vaccini, per aumentare il tasso di vaccinazioni in tutte le popolazioni.
Per dirla semplicemente: i vaccini sono sicuri, i vaccini sono efficaci, i vaccini salvano vite. Le nostre organizzazioni sarebbero liete di avere l'opportunità di incontrarla per condividere con lei la solida ed estesa evidenza scientifica che sostiene la sicurezza e l'efficacia dei vaccini.

Grave epidemia di morbillo in Romania (#17-18 - 30 aprile 2017)
La Romania sta affrontando una grave epidemia di morbillo, iniziata l'anno scorso. Al 21 marzo, sono stati confermati almeno 3.800 casi di morbillo, con 17 morti, e le percentuali negli stati confinanti sono cresciuti. Le vaccinazioni sono efficaci al 97% nel prevenire la malattia. La "Herd immunity" o immunità di gruppo (prevenzione del contagio per trasmissione) avviene quando la copertura è del 90-95%, ma più alta è, e meglio è. I romeni sono diventati suscettibili alla diffusione epidemica perché la percentuale di immunizzazione con due dosi è crollata dal 96% nel 2007 all'86% nel 2015. I fattori che influenzano il calo sono la povertà, l'incuria e la diffusione delle opinioni antivaccino. La Romania è una delle sei nazioni dell'Unione europea o dell'area economica europea che l'Organizzazione Mondiale della Sanità ritiene avere una trasmissione endemica di malattie prevenibili con la vaccinazione. Gli altri sono il Belgio, la Francia, la Germania, l'Italia e la Polonia. Il Respectful Insolence Blog pubblica un'analisi dettagliata di cosa è successo in Romania.

Sbeffeggiati i miti anti-vaccinazione (#17-25 - 25 giugno 2017)
Il comico John Oliver ha sfatato i miti e le paure più comuni che spingono alcuni genitori a ritardare o evitare la vaccinazione dei loro figli. La trasmissione TV di "Last Week Tonight" del 26 giugno si può vedere su YouTube.

La Francia intende rendere obbligatorie le vaccinazioni (#17-29 - 2 luglio 2017)
Il Primo Ministro francee Edouard Philippe ha dichiarato che è "inaccettabile" che dei bambini "muoiano ancora di morbillo" nel paese in cui sono stati sperimentati i primi vaccini. Attualmente in Francia sono obbligatori tre vaccini per l'infanzia, difterite, tetano e polio. Altri otto, compresi morbillo e pertosse, saranno obbligatori dal 2018. Per combattere il fumo, Philippe ha anche annunciato che il prezzo di un pacchetto di sigarette passerà da 7 a 10 euro [Forster K. France to make vaccination mandatory from 2018 as it is 'unacceptable children are still dying of measles.' Move follows similar initiative in Italy, where non-vaccinated children cannot attend state schools The Independent, July 5, 2017].

Studiati i legami psicologici dell'attitudine anti-vaccinazione (#18-19 - 13 maggio 2018)
Non c'è una prova chiara sul fatto che sfatare i miti anti-vaccinazione abbia un effetto significativo sulle attitudini anti-vaccinazione. Per studiare perché questo accade, ricercatori australiani hanno effettuato un sondaggio in 24 paesi in sei continenti. In base alle risposte ottenute da 5.323 partecipanti, i ricercatori hanno trovato che la valutazione delle attitudini anti-vaccinazione era associata con:
- complottismo
- reattanza (tendenza ad avere bassa tolleranza per le intromissioni nella propria libertà)
- disgusto per il sangue e gli aghi
- visione del mondo individualista e gerarchica in opposizione a quella egualitaria e comunitaria.
Queste relazioni non erano forti tra i sondaggiati nei paesi asiatici e sudamericani, ma in Australia, Canada, Germania, Nuova Zelanda, Regno Unito e USA, le credenze complottiste rappresentavano tra il 17% e il 27% della variazione dell'attitudine anti-vaccinazione. Il genere e il livello di educazione non erano correlati in modo significativo all'attitudine anti-vaccinazione, ma l'ideologia politica conservatrice e la giovane età sono risultate entrambe debolmente correlate [Hornsey MJ and others. The psychological roots of anti-vaccination attitudes: A 24-nation investigation. Health Psychology 37:307-315, 2018].

Venti stati hanno introdotto progetti di legge anti-vaccinazione (#19-08 - 10 marzo 2019)
Almeno venti stati (degli USA, n.d.t.) hanno introdotto quest'anno progetti di legge che, secondo la American Academy of Pediatrics, potrebbero (a) espandere i motivi per i quali i genitori possono esentare i ragazzi dall'essere vaccinati anche senza una necessità medica e (b) richiedere ai dottori di fornire maggiori informazioni sui rischi dei vaccini. [Lou M. Griggs B. Even with measles outbreaks across the US, at least 20 states have proposed anti-vaccination bills. CNN. Mar 6, 2019]. Questi maldestri sforzi legislativi coincidono con le relazioni su 206 casi individuali di morbillo confermati in undici stati durante i primi due mesi del 2019. La maggioranza di quei casi riguardava persone non vaccinate. [Measles cases and outbreaks. CDC. Mar 4, 2019]. Il vaccino morbillo-parotite-rosolia (MMR - measles, mumps, and rubella) è molto sicuro. Grazie ad un programma estremamente efficace di vaccinazioni negli Stati Uniti e ad un controllo migliorato del morbillo nella regione delle Americhe, il morbillo era stato dichiarato eliminato dagli Stati Uniti nel 2000.

Nessuna risposta anticorpale trovata per i vaccini omeopatici (#19-13 - 31 marzo 2019)
Uno studio acuratamente verificato su un campione di 150 studenti universitari ha rilevato:
I "nosodi" omeopatici propagandati per la prevenzione di difterite, pertosse, tetano, parotite e morbillo non suscitano risposta anticorpale.
La loro risposta anticorpale è risultata simile a un placebo.
I vaccini regolari per le stesse malattie hanno fornito una vigorosa risposta anticorpale nella maggior parte dei vaccinati.
[Loeb M. et al. A randomized, blinded, placebo-controlled trial comparing antibody responses to homeopathic and conventional vaccines in university students. Vaccine. 36(48):7423-7429, 2018]. I nosodi sono prodotti omeopatici prodotti da organi o tessuti patologici; agenti eziologici come batteri, funghi, uova, parassiti, particelle virali e lieviti; prodotti dalle malattie o escrezioni. Alcuni omeopati affermano falsamente che i nosodi siano efficaci come i vaccini. Health Canada è stato recentemente criticato per continuare ad autorizzare nosodi omeopatici limitandosi ad avvertire il pubblico che non sono sostituti dei vaccini [Ireland N. Stronger action urged against homeopathic products touted as alternatives to vaccines. CBC News. Mar 18, 2019].

New York elimina l'esenzione religiosa per le vaccinazioni obbligatorie (#19-25 - 23 giugno 2019)
New York è diventato il settimo stato degli USA, dopo California, Arizona, Virginia occidentale, Mississippi e Maine, ad eliminare l'esenzions per motivi religiosi per le vaccinazioni obbligatorie per i bambini [McKinley J. Measles outbreak: N.Y. eliminates religious exemptions for vaccinations. The New York Times. Jun 13, 2019]. Gli oppositori alla cessazione delle esenzioni religiose comprendono molti genitori ebrei ortodossi e genitori di bambini che frequentano le scuole Waldorf, nonostante i recenti focolai di malattie prevenibili con la vaccinazione nelle comunità ebree ortodosse a Brooklyn e nella contea di Rockland e in alcune scuole Waldorf.

Offerte raccomandazioni per affrontare la propaganda anti-vaccini (#19-47 - 30 novembre 2019)
Il divugatore scientifico Lucky Tran ritiene che molti attivisti anti-vaccini stiano impegnandosi in "firehosing" (l'idrante) una tecnica di propaganda che implica lo sparare fuori più bugie possibile con la massima frequenza possibile [Tran L. Firehosing: the systemic strategy that anti-vaxxers are using to spread misinformation. The Guardian, Nov 7, 2019] . Il termine si basa su una precedente descrizione del modello di propaganda delle autorità russe definito "firehose of falsehood" ("idrante di menzogne") [Paul C. Matthews M. The Russian "firehose of falsehood" propaganda model. Rand Corporation, 2016]. Il fine di queste menzogne non è di persuadere, ma di derubare i fatti del loro potere. I ricercatori della Rand Corporation hanno concluso che sottolineare le falsità e le incoerenze dei messaggi probabilmente non è efficace contro il firehosing. Invece è meglio: (a) avvertire in anticipo il pubblico sui metodi che i propagandisti usano per manipolare l'opinione pubblica, e (b) interrompere il flusso di disinformazione facendo pressione sui media per bloccare o rimuovere i falsi contenuti. Il dott. Steven Novella ha dato ulteriori suggerimenti:
[Noi abbiamo] anche bisogno di controllare i locali, nel senso che l'ecosistema dell'informazione ha bisogno di considerare il firehosing come una qualsiasi prepotenza e adottare misure per prevenirlo. Giornalisti e redattori sono probabilmente la prima linea di difesa in questo caso. Devono capire questa strategia, in modo da non essere sfruttati per la sua promozione. Devono chiudere la porta e non dare l'attenzione che va cercando. Non cadere nell'errore del "falso equilibrio", che è utilizzato per aprire al firehosing. Non farsi distrarre dalla montagna di informazioni, il che non significa non verificare e non correggere la disinformazione. Piuttosto, non limitarsi alla verifica, ma cercare di automatizzare il più possibile la verifica in modo da renderla utilizzabile come riferimento, ma non sprecare titoli e spazio per le notizie giocando al gioco del firehosing. Questo è proprio quello che vogliono [Novella S. How to combat firehosing. Neurologica blog, Nov 8, 2019].

Smascherati test genetici per predire reazioni negative ai vaccini (#20-15 - 19 aprile 2020)
Molti operatori irregolari affermano che dei test per le varianti del gene MTHFR possono determinare chi è maggiormente a rischio per vari problemi di salute, comprese le reazioni negative ai vaccini. In ogni caso questi usi non sono validati per i test per il MTHFR [Zhang S. Why anti-vax doctors are ordering 23andMe tests. The Atlantic. May 23, 2019]. Quattro degli autori del lavoro del 2008 che è stato citato come base per la diffusione del test per il MTHFR hanno concluso lo scorso anno: "È un peccato che l'applicazione imprecisa della nostra relazione esplorativa sia stata mal interpretata e sia stata usata per giustificare in modo inappropriato l'esenzione dei bambini dal ricevere i vaccini medicalmente indicati" [Reif DM and others. Inappropriate citation of vaccine article. Journal of Infectious Diseases. June 3, 2019].

La vaccinazione perde terreno sui social media (#20-19 - 17 maggio 2020)
Un'analisi a livello di sistema della messaggistica concernente la vaccinazione di quasi 100 milioni di utenti di Facebook ha scoperto che le pagine anti-vaccinazione:
- hanno meno followers rispetto alle pagine pro-vaccinazione
- sono più numerose delle pagine pro-vaccinazione
- tendono ad essere linkate più frequentemente rispetto alle pagine pro-vaccinazione dalle pagine Facebook la cui posizione sulla vaccinazione è indecisa
- tendono a mescolare argomenti come preoccupazioni sulla sicurezza, teorie complottiste, salute e medicina alternative, e cause e cure del COVID-19
- sono cresciute in rete più delle pagine pro-vaccinazione durante l'epidemia di morbillo del 2019.
Le simulazioni al computer dei ricercatori suggeriscono che l'opposizione ai vaccini dominerà la rete di opinioni sui vaccini entro dieci anni, a meno che la comunità scientifica non diventi più efficace [Johnson and others. The online competition between pro- and anti-vaccination views. Nature. May 13, 2020]. Verosimilmente la messaggistica della salute pubblica deve svolgere un lavoro migliore nel competere con gli appelli al cuore e la disinformazione su un potenziale vaccino per il COVID-19 che sono comuni nella messaggistica anti-vaccinazione [Ball P. Anti-vaccine movement could undermine efforts to end coronavirus pandemic, researchers warn. Nature. May 13, 2020]. Il Dr. Stephen Barrett è d'accordo ma sostiene che i social media possono e devono decidere di non rimanere un canale per una disinformazione dannosa per la salute [Barrett S. Facebook should do more to combat vaccine misinformation. Quackwatch, May 18, 2020].

Altre prove collegano il rifiuto dei vaccini ai focolai di morbillo (#20-37 - 20 settembre 2020)
Un recente articolo di revisione ha rivelato che nei focolai di morbillo degli ultimi cinque anni, almeno il 70% delle persone infettate non era vaccinato. Sette articoli, pubblicati tra il 30 novembre 2015 e il 1° giugno 2020, hanno trattato otto focolai di morbillo che hanno coinvolto 1.176 persone con morbillo, delle quali 125 (il 10,6%) avevano ricevuto vaccini contenenti morbillo, 888 (il 75,5%) non avevano avuto vaccinazioni nel passato, e 163 (il 13,9%) aveva una situazione vaccinale non conosciuta [Phadke VK and others. Vaccine refusal and measles outbreaks in the US. JAMA, Aug 14, 2020]. I dati statali e nazionali sulla vigilanza per il morbillo tra il 2016 e il giugno 2020 indicano che su 1392 casi di morbillo, 152 (il 10,9%) avevano ricevuto vaccini contenenti morbillo, 989 (il 71,0%) non avevano avuto vaccinazioni nel passato, e 251 (il 18,0%) aveva una situazione vaccinale non conosciuta.

Pubblicata una relazione sulla disinformazione sul vaccino contro il COVID-19 (#20-48 - 7 dicembre 2020)
First Draft, un'organizzazione dedicata alla protezione delle comunità da disinformazione dannosa, ha pubblicato un resoconto di ricerca di 95 pagine e un riepilogo generale di 23 pagine su "narrazioni dominanti sul vaccino sulle piattaforme delle comunità online dei social media in inglese, francese e spagnolo che potrebbero erodere la fiducia del pubblico in un vaccino contro il COVID-19 e più in generale nei vaccini" [Under the surface: Covid-19 vaccine narratives, misinformation and data deficits on social media. First Draft press release, Nov 12, 2020]. Il comunicato stampa afferma:
Le narrazioni che mettono in discussione la sicurezza dei vaccini sono state protagoniste costanti nel dibattito online sui vaccini. Eppure questa ricerca mostra che le narrazioni collegate alla sfiducia nelle intenzioni delle istituzioni e alle personalità che stanno attorno ai vaccini stanno ormai incoraggiando sia le conversazioni online e lo scetticismo sui vaccini sia le preoccupazioni sulla salute. Questo problema è aggravato dalle complessità e dalle vulnerabilità di questo ecosistema di informazioni. Ci sono molte situazioni di "carenze di dati" - nelle quali la domanda di informazioni su un argomento è alta ma è bassa l'offerta di informazioni credibili - che sono sfruttate da pessimi personaggi. Queste carenze di dati complicano gli sforzi per dare un senso preciso allo sviluppo di un vaccino Covid-19 e dei vaccini più in generale. Quando le persone non possono accedere facilmente a informazioni affidabili sui vaccini e quando c'è una grande sfiducia nei partecipanti e nelle istituzioni collegati ai vaccini, le narrazioni della disinformazione accorrono a riempire il vuoto. I risultati dovrebbero agire come un campanello d'allarme mentre il mondo aspetta un vaccino Covid-19 e vede diminuire i tassi ordinari di vaccinazione.

I social media sollecitati a bloccare i “superdiffusori” antivaccini (#21-02 - 17 gennaio 2021)
Le reti antivax promuovono una “narrazione principale” con tre falsi messaggi: (1) il COVID-19 non è pericoloso; (2) i vaccini contro il COVID-19 sono pericolosi, e (3) i sostenitori dei vaccini non sono degni di fiducia. Il Centro per il Contrasto dell'Odio Digitale (Center for Countering Digital Hate -CCDH) ha prodotto tre ottime relazioni sulla diffusione della disinformazione sui social media:
L'industria dell'antivaccinazione. Come Big Tech si alimenta e trae profitto dalla disinformazione sui vaccini spiega come il consenso scientifico globale sui vaccini è indebolito da una rete piccola ma determinata e sofisticata di individui e gruppi che diffondono disinformazione su internet.
Mancata azione: come i giganti tecnologici continuano a sfidare gli appelli per tenere a freno la disinformazione sui vaccini sottolinea che, anche quando gli utenti hanno riferito di disinformazione sulle piattaforme, meno di un messaggio di disinformazione su venti è stato rimosso.
Il libretto delle strategie antivaccinazione rivela che le reti anti-vaccini stanno sistematicamente progettando di sfruttare i social media per sopprimere l'uso dei vaccini contro il COVID-19. E conclude:
Libertà di parola non significa libertà di portata. Non ci sono giustificazioni perché Facebook o altri continuino a indebolire i tentativi di presentare i vaccini per il COVID-19, consentendo alle bugie di raggiungere milioni di persone.
I dieci antivaccini con i più ampio numero di seguaci su più piattaforme formano la maggioranza del seguito totale per gli antivaccinazione su internet. Questi sono i “superdiffusori” della disinformazione antivaccini.
Il modo migliore di impedire che le persone cadano nella disinformazione è di impedire loro di vederla, in primo luogo usando una strategia chiamata deplatforming.
I principali esponenti antivaccinazione dovrebbero essere cacciati dalle loro piattaforme.
Il CCDH è un'organizzazione no-profit che cerca di interrompere l'architettura dell'odio su internet e della disinformazione [Barrett S. Social media urged to block antivax “superspreaders.” Quackwatch, Jan 15, 2021].

indice di "con buona salute"

La versione originale dei testi della newsletter è sulla pagina inglese. Per suggerimenti o critiche riguardanti la traduzione potete scrivermi.
Per accedere all'archivio completo della newsletter andate sulla pagina web:
https://www.ncahf.org/digest19/index.html.
Per ricevere gratuitamente la newsletter di Consumer Health Digest (in inglese) basta collegarsi alla pagina web:
https://www.ncahf.org/digest/chd.html.

Legenda: FDA: Food and Drug Administration, Agenzia per gli Alimenti ed i Farmaci degli Stati Uniti http://www.fda.gov/
FTC: Federal Trade Commission, Commissione Federale sul Commercio degli Stati Uniti
http://www.ftc.gov/
AMA: American Medical Association, Associazione medica americana
http://www.ama-assn.org/ama


Salute a tutti (meno ai ciarlatani che guadagnano sulla salute degli altri).

pagina creata il: 30 giugno 2015 e aggiornata a: 5 febbraio 2021