Con buona salute
(dalla newsletter di Consumer Health Digest. Traduzione: Andrea Gaddini).:
Legenda: FDA: Food and Drug Administration, Agenzia per gli Alimenti ed i Farmaci degli Stati Uniti http://www.fda.gov/
FTC: Federal Trade Commission, Commissione Federale sul Commercio degli Stati Uniti
http://www.ftc.gov/

"medicine alternative"

Una metanalisi non ha rilevato benefici dalla riflessologia. (09-46 19 novembre 2009)
Edzard Ernst, M.D., Ph.D. ha individuato e valutato 18 test clinici randomizzati e controllati riguardanti la riflessologia. [Ernst E. Is reflexology an effective intervention? A systematic review of randomised controlled trials. Medical Journal of Australia 7;191:263-266, 2009] http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19740047.
Lo studio ha concluso che dodici di essi non hanno dimostrato alcuna efficacia, cinque hanno suggerito risultati positivi, e uno ha dato un risultato poco chiaro, molti degli studi erano troppo limitati e mal progettati, e i due studi più ampi hanno dato risultati negativi. Nel complesso Ernst ha concluso:
**I test non sono riusciti a dimostrare che la riflessologia è clinicamente efficace per qualcuna della vasta gamma di condizioni patologiche per le quali è stata testata.
**L'uso della riflessologia a scopo diagnostico fornisce come risultato dei falsi positivi e dei falsi negativi.
**Se usata al posto dei trattamenti standard, su pazienti in condizioni serie, potrebbe essere pericolosa per la sopravvivenza.
La riflessologia è un sistema pratico pseudoscientifico di diagnosi e trattamento basato sulla premessa che ogni parte del corpo è "rappresentata" sulle mani e sui piedi e che premere sulle mani e sui piedi può avere effetti terapeutici sul tutto il corpo. Nessuna ricerca ha mai validato questa pratica.

Descritti nuovi seri rischi di infezione da agopuntura. (#10-12, 25 marzo 2010)
Microbiologi dell'Università di Hong Kong sono preoccupati perché la minaccia di infezioni associate con l'agopuntura potrebbe essere molto maggiore di quanto si era pensato in precedenza. In un editoriale sul British Medical Journal, i ricercatori hanno messo in guardia sul fatto che infezioni batteriche, virus dell'epatite B e C, e probabilmente anche dell'HIV potrebbero essere trasmessi attraverso l'uso di strumenti contaminati e per la mancanza di adeguata disinfezione della pelle. I ricercatori hanno espresso particolare preoccupazione per i micobatteri, che possono crescere rapidamente nel punto in cui vengono inseriti gli aghi e causare ampie pustole, ascessi ed ulcere dopo un periodo che va da diverse settimane ad alcuni mesi. Nel 2006 sono stati registrati due focolai coinvolgenti più di 70 pazienti, mentre l'anno passato è stato riportato un caso di Stafilococco aureo meticillina-resistente. [Acupuncture transmitted infections. British Medical Journal 340:c1268, 2010] http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20233800.

Messo in rete un classico rapporto che indaga sulla salute. (#10-41, 14 ottobre, 2010)
Il testo completo di "A Study of Health Practices and Opinions" (Studio sulle pratiche ed opinioni in materia di salute) è stato messo in rete sul sito web del Consumer Health Sourcebook: http://www.chsourcebook.com/articles/health_practices_and_opinions.pdf (15,72 Mb). L'indagine, commissionata dalla FDA, pubblicata nel 1972, analizza credenze discutibili o false in materia di salute e indaga sul perché la gente è disposta a crederci. I temi trattati comprendono vitamine in pillole e altri supplementi dietetici, metodi per perdere peso, metodi relativi al cancro e all'artrite, lassativi, autodiagnosi, automedicazione per comuni disturbi, tipi di praticanti a cui ci si rivolge ed attitudini e opinioni generali legati alla salute. È la più ampia indagine di questo tipo mai condotta.

Un altro test boccia l'echinacea. (#10-51, 23 dicembre 2010)
Un test clinico controllato randomizzato non ha trovato nessuna prova del fatto che assumere echinacea possa modificare i sintomi o la durata del comune raffreddore. Il test ha coinvolto più di 700 pazienti, di età tra 12 e 80 anni, che non hanno ricevuto nessuna pillola, oppure pillole di placebo, pillole di echinacea senza esserne informati, oppure pillole di echinacea che erano identificate come tali. Lo studio non ha trovato differenze significative nei risultati tra la cura con echinacea e quella con placebo. [Barrett B. and others. Echinacea for treating the common cold. A randomized trial. Annals of Internal Medicine 153:769-777, 2010] http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21173411.

Una review trova l'agopuntura inefficace per alleviare il dolore. (#11-06, 24 marzo 2011)
I revisori che hanno esaminato 57 reviews sistematiche sull'agopuntura contro il dolore pubblicati a partire dal 2000 hanno riferito:
** La maggioranza delle reviews erano positive, ma solo quattro di esse avevano un'eccellente qualità metodologica.
** I risultati positivi avevano una discutibile significatività perché non c'è nessuna ragione plausibile perché l'agopuntura dovrebbe ridurre il dolore in alcune condizioni e non essere efficace in molte altre.
** Recenti studi clinici ben progettati hanno evidenziato che la vera agopuntura non era migliore dell'agopuntura simulata ed ogni beneficio sulla riduzione del dolore risultava da effetti non specifici come la convinzione del terapista e/o l'aspettativa o l'entusiasmo del paziente.
** Erano compresi novantacinque casi di gravi effetti negativi, compresi cinque decessi.
** Gli effetti negativi segnalati più di frequente sono stati pneumotorace ed infezioni.
I revisori hanno concluso: "Numerose reviews sistematiche hanno generato poche evidenze realmente convincenti sul fatto che l'agopuntura sia efficace nel ridurre il dolore. Continuano ad essere riportati gravi effetti negativi."
[Ernst E and others. Pain 152:755-764, 2011] In un editoriale di accompagnamento, il medico Harriet Hall ha identificato dei danni aggiuntivi (perdita di tempo e denaro, ritardo delle cure efficaci e incoraggiamento del pensiero non scientifico) ed ha suggerito che ulteriori studi sull'agopuntura contro il dolore non avrebbero nessun valore pratico. [Hall HA. Acupuncture's claims punctured: Not proven effective for pain, not harmless. Pain 152:711-712, 2011]
.

Steve Jobs è stato vittima di ciarlatani. (#11-33, 6 ottobre 2011)
Steve Jobs, il popolarissimo amministratore delegato della Apple Computer morto questa settimana di cancro al pancreas, ritardò di nove mesi l'intervento chirurgico che gli avevano raccomandato, per curarsi con una dieta. Sebbene Jobs avesse annunciato pubblicamente nel 2004 che gli era stato diagnosticato un cancro al pancreas, un cronista di Fortune Magazine ha appreso che la diagnosi in realtà risaliva al 2003 e riguardava una rara forma di cancro al pancreas che ha un'alto tasso di guarigione se curata precocemente. Però, invece di sottoporsi all'operazione, egli si è affidato ad un inutile trattamento dietetico [Elkind P. The trouble with Steve Jobs. Fortune Magazine, March 8, 2008] http://money.cnn.com/2008/03/02/news/companies/elkind_jobs.fortune/index.htm.
Determinare se il ritardo ha ridotto la durata della sua sopravvivenza o la sua qualità di vita può risultare impossibile. Comunque è chiaro che qualunque sia stato il tempo e l'energia che ha impiegato andando dietro a metodi "alternativi", questi avrebbero potuto essere impiegati per fare qualcosa di più utile.

Una rivista a sfondo scientifico sulla "medicina alternativa e complementare" offre accesso gratuito all'ultimo numero. (#12-11, 29 marzo 2012)
L'intero numero di marzo 2012 della rivista FACT (Focus on Alternative and Complementary Therapies) http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/fct.2012.17.issue-1/issuetoc è stato messo in rete con accesso gratuito. L'editoriale principale spiega perché la plausibilità biologica dovrebbe essere decisiva nel determinare le priorità di ricerca. L'editoriale conclude: "Nel determinare se vogliamo fare ricerca efficace dovremmo concentrarci sulle cure già sostenute dalla plausibilità biologica. I rischi nel non adottare questa strategia sono notevoli, tra di essi: perdita di tempo, soldi ed esperienza su progetti con minime possibilità di successo. Questo sarebbe non solo antieconomico, ma anche antietico."

Ingredienti tossici ed illegali rinvenuti in prodotti della "medicina tradizionale cinese". (#12-13, 12 aprile 2012)
Ricercatori australiani hanno scoperto che molte "medicine tradizionali cinesi" contengono ingredienti tossici o derivati da animali a rischio d'estinzione. Osservando che solo pochi di questi ingredienti sono riportati sulle etichette dei prodotti, il responsabile della ricerca ha dichiarato "Non c'è assolutamente nessuna onestà nell'etichettatura di questi prodotti". I ricercatori hanno usato il sequenziamento genetico di ultima generazione per analizzare campioni di 15 polveri, capsule, pastiglie, scaglie e tisane che erano stati sequestrati dalle autorità australiane. I ricercatori hanno anche concluso che il sequenziamento genetico è molto più efficace dei normali test cromatografici e del DNA, in particolare nelle misture nelle quali l'origine degli ingredienti non è chiara. [Callaway E. Screen uncovers hidden ingredients of Chinese medicine: Genetic audit reveals that some traditional remedies contain endangered animals and toxic plants. Nature News, April 12, 2012] http://www.nature.com/news/screen-uncovers-hidden-ingredients-of-chinese-medicine-1.10430#/b1

Trovati altri prodotti erboristici ayurvedici contenenti piombo. (#12-30, 30 agosto 2012)
Funzionari della sanità pubblica hanno riportato sei casi di avvelenamento da piombo tra donne di origine straniera che avevano assunto prodotti erboristici ayurvedici importati dall'India. Dal 2004 in 22 di questi prodotti sono state trovate quantità potenzialmente tossiche di piombo. [Lead poisoning in pregnant women who used ayurvedic medications from India -- New York City, 2011-2012. MMWR 61:641-646, 2012] http://www.quackwatch.org/01QuackeryRelatedTopics/DSH/ayurvedic_lead.pdf.
Nel 2003 un'indagine su prodotti erboristici ayurvedici lavorati in Asia meridionale e venduti in negozi della zona di Boston ha rilevato che 14 prodotti su 70 (il 20%) contenevano concentrazioni di piombo, mercurio e/o arsenico che, se i prodotti fossero presi secondo le indicazioni, farebbero superare gli standard regolatori ufficiali. Gli autori osservano anche che la teoria ayurvedica attribuisce un ruolo terapeutico importante al mercurio ed al piombo e che circa il 35-40% delle medicine del prontuario ayurvedico contiene almeno un metallo. [Saper RB and others. Heavy metal content of ayurvedic herbal medicine products. JAMA 292:2868-2873, 2004] http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15598918 .
In un altro studio pubblicato nel 2008 i ricercatori hanno testato 193 prodotti ayurvedici selezionati casualmente da 25 siti web ed hanno trovato che un quinto di essi conteneva metalli pesanti in quantità che eccedevano gli standard per la Dose giornaliera accettabile. [Saper RB and others. Lead, mercury, and arsenic in US- and Indian-manufactured ayurvedic medicines sold via the Internet. JAMA 300:915-923, 2008] Diversi studi compiuti in altri paesi hanno fornito risultati simili. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18728265

Health Magazine mette in guardia contro 30 erbe. (#13-11 - 14 marzo 2013)
Health Magazine ha pubblicato avvertimenti su 30 prodotti erboristici che possono causare gravi reazioni a coloro che prendono farmaci con ricetta per problemi cardiaci. La lista comprende erba medica, aloe vera, angelica, mirtillo, Actaea racemosa, pungitopo, peperoncino, echinacea, efedra, fieno greco, fumaria, aglio, zenzero, ginkgo, ginseng, gossipolo, succo di pompelmo, tè verde, biancospino, carragheen, kelp, khella, radici di liquirizia, mughetto, Selenicereus, oleandro, Serenoa repens, iperico, strofanto e yohimbe. [Heart trouble? 30 Herbal remedies to avoid. Health Magazine Web site, accessed April 14, 2013] (link)

I controllori britannici della pubblicità all'attacco delle affermazioni sulla reflessologia. (#13-17 - 25 aprile 2013)
L'organismo di controllo del Comitato britannico sulla pratica pubblicitaria (Committee of Advertising Practice - CAP) ha pubblicato un documento di orientamento sulle affermazioni della reflessologia e sta ora controllando i siti web in cerca di violazioni. Nel 2011 l'autorità britannica sugli standard pubblicitari ha prodotto denunce contro tre siti web che affermavano o insinuavano che la reflessologia potrebbe alleviare morbo di Parkinson, artrite, emicrania, problemi di fertilità, cancro, lupus, ipertensione, problemi alla prostata, depressione, mononucleosi infettiva, sindrome da deficit di attenzione e iperattività e molti altri disturbi. I reflessologi affermano che specifiche zone del piede corrispondono a regioni od organi del corpo e che massaggiare queste parti sia efficace contro le malattie. I due organismi hanno affermato che affermazioni di questo tipo non dovrebbero essere fatte senza solide prove a sostegno. (Queste prove sono impossibili da ottenere perché le connessioni anatomiche immaginate dai reflessologi non esistono.) Quackwatch ha pubblicato una dettagliata relazione sulla reflessologia (link).

Demolita l'agopuntura. (#13-21 - 30 maggio 2013)
David Colquhoun, Ph.D. e Steven Novella, M.D., hanno scritto un duro articolo che conclude che l'agopuntura è inutile per alleviare il dolore. [Colquhoun D, Novella S. Acupuncture is theatrical placebo. Anesthesia & Analgesia 116:1360-1363, 2013]. La loro relazione conclude che "i benefici dell'agopuntura sono probabilmente inesistenti, o bene che vada sono troppo ridotti e troppo effimeri per avere una qualsiasi significatività clinica." Il testo integrale dell'articolo può essere scaricato dal sito web della rivista. Comunque una versione sul blog di Colquhoun contiene dei link a decine di documenti di supporto.

I moderatori britannici si oppongono ad affermazioni sull'agopuntura. (#13-23 - 13 giugno 2013)
L'autorità britannica sugli standard pubblicitari (British Advertising Standards Authority - ASA) ha dato seguito a denunce contro due dépliant sull'agopuntura prodotti dal Royal London Hospital for Integrated Medicine (RLHIM). Un dépliant affermava che l'agopuntura è efficace contro disturbi mestruali, altri disturbi ginecologici, prostatite, disturbi urinari, infertilità, stress, ansia, depressione, dipendenze, emicrania, acufeni, vertigini, disturbi del sonno, squilibri del sistema immunitario, allergie, herpes zoster (fuoco di Sant'Antonio), disturbi gastrointestinali, problemi muscoloscheletrici (compresi dolori articolari e dolori di schiena), sinusite, asma ed alta pressione sanguigna. L'altro dépliant faceva affermazioni sull'efficacia per vari disturbi muscoloscheletrici. Il RLHIM ha ammesso che circa metà delle affermazioni non possono essere dimostrate, ma ha presentato 43 relazioni che ipoteticamente dovrebbero sostenere le restanti. Comunque l'ASA ha concluso che le prove sono insufficienti a sostenere le affermazioni pubblicitarie.


Analizzate complicanze dell'agopuntura.
(#13-23 - 13 giugno 2013)
Ricercatori cinesi hanno pubblicato una rassegna sistematica degli effetti negativi associati con l'agopuntura riportati tra il 2000 ed il 2011. I ricercatori hanno trovato 117 relazioni su 308 eventi negativi da 25 paesi e regioni. Le principali complicazioni erano infezioni batteriche causate da contatto con la pelle nei siti d'inserzione. Sono state anche riportate lesioni interne come punture del polmone. [Xu S and others. Adverse events of acupuncture: A systematic review of case reports. Evidence-Based Complementary and Alternative Medicine, Volume 2013, Article ID 581203] Il testo integrale dell'articolo è accessible on line.


Un'indagine sui prodotti erboristici ha evidenziato risultati scandalosi.
(#13-44 - 21 novembre 2013)
Ricercatori che hanno usato il codice a barre DNA — una specie di "impronta digitale" genetica — per testare prodotti erboristici, hanno riferito di ampie discrepanze tra gli ingredienti elencati in etichetta e quelli trovati nel prodotto. Lo studio comprende 44 prodotti in rappresentanza di 12 produttori e 30 differenti specie di piante. I ricercatori hanno concluso:
Molti dei prodotti erboristici testati erano di scarsa qualità, comprese notevoli sostituzioni e contaminazioni di prodotti e uso di riempitivi.
Solo 2 dei 12 produttori hanno fornito prodotti senza alcuna sostituzione, contaminazione o riempitivi.
Il 59% dei prodotti testati conteneva codici a barre DNA di specie vegetali non indicate in etichetta.
La sostituzione di prodotti è avvenuta in 30 dei 44 prodotti testati.
Sebbene i ricercatori siano stati in grado di autenticare il 48% dei prodotti, un terzo di essi conteneva anche contaminanti e/o riempitivi non elencati in etichetta.
Alcuni dei contaminanti costituiscono un serio rischio per la salute dei consumatori.
I ricercatori hanno raccomandato all'industria erboristica di adottare il codice a barre DNA per autenticare i prodotti erboristici. [Newmaster SG and others. DNA barcoding detects contamination and substitution in North American herbal products. BMC Medicine 11:222, 2013] Anche se il controllo di qualità è migliorato, comunque il diffuso problema dell'inefficacia e dell'inferiorità rispetto alle medicine da prescrivere rimane. [Barrett S. The herbal minefield. Quackwatch, Nov 23, 2013]


I farmacisti sollecitati a respingere la "medicina integrativa "
(#14-20 - 1° giugno 2014)
Il farmacista Dott. Scott Gavura, ha pubblicato un blog che depreca lo sviluppo di farmacie "integrative" che offrono prodotti omeopatici ed integratori dietetici e prodotti erboristici che affermano di "incrementare il sistema immunitario," "detossificare il corpo," o "ripulire" dalla Candida. [Gavura S. Beware the integrative pharmacy. Science-Based Medicine Blog, May 22, 2014] scrive:
La medicina integrativa sostiene di adottare un approccio secondo il quale prende "il meglio da entrambi i mondi" mescolando cure con fondamento scientifico con un coacervo di cure non convenzionali. Il problema principale della medicina integrativa è che i prodotti ed i servizi "integrativi" non hanno prove scientifiche che li sostengano: se le avessero si chiamerebbero semplicemente "medicina". Al posto delle prove, i sostenitori della medicina integrativa si affidano ad altri standard, molti dei quali si appoggiano a sistemi di credenze, come l'idea del "vitalismo". Mentre idee come il vitalismo sono state scartate da tempo dalla medicina con basi scientifiche, continuano a sopravvivere nelle filosofie di pratiche come l'omeopatia, la naturopatia e la chiropratica. E la parte commerciale della professione del farmacista ci vede un'opportunità.
Io penso che la componente commerciale della professione debba decidere tra due strade: una delle due è quella dei farmacisti al dettaglio, sostenuti dai regolatori del settore farmaceutico, che si assumono in modo totale le responsabilità della loro professione e adottano gli standard professionali (...) Su questa strada l'etica professionale prende il sopravvento sulle pressioni commerciali, e la pratica commerciale della farmacia si sposta su un nuovo equilibrio, nel quale i prodotti ed i servizi offerti sono mirati ad ottimizzare la salute, basandosi sulle migliori prove scientifiche (...).
La strada alternativa per la farmacia è (...) il modello "qualunque cosa per la grana", noto anche come farmacia "integrativa". In questo modello la pratica commerciale della farmacia diventa uno specchietto per le allodole per far entrare i clienti nel negozio, e c'è un crescente distacco tra la pratica di dispensare e vendere farmaci con ricetta ed il resto dei prodotti offerti dalla farmacia. La farmacia è prima di tutto un esercizio di vendita ed abbandona ogni standard scientifico ed ogni giustificazione per i prodotti ed i servizi offerti. I consumatori possono essere soddisfatti, ma non saranno ben serviti. I farmacisti e le farmacie possono avvantaggiarsene nel breve periodo, ma questo auto-sabotaggio in realtà ed in definitiva metterà la farmacia al dettaglio al bando dalla medicina basata sulla scienza.
Personalmente penso che solo una delle due strade sia praticabile. Prima di tutto la professione non deve più mettersi in imbarazzo da sola, e tenere le ciarlatanerie più vergognose, come l'omeopatia, fuori dalle farmacie. Come seconda cosa è necessario smettere di confondere e fuorviare i consumatori con lo sciatto (e potenzialmente pericoloso) modo di pensare che è alla base della medicina "integrativa". Infine, è necessario impegnarsi ancora di più nel mettere i pazienti al centro della sua pratica (...). Come farmacista voglio vendere farmaci per guadagnarmi da vivere, ma in un contesto che abbia radici nella migliore scienza e nella migliore terapia medica. La farmacia "integrativa" non rientra in questo contesto.


Scoperto un vecchio manuale commerciale di chiropratica
(#14-39 - 26 ottobre 2014)
Lo specialista di software Dan Kegel ha scoperto un manuale di 61 pagine del Chiropractic Business Institute che sembra aver circolato negli anni '50. Il manuale afferma:
Oltre alla tecnica, ci sono altri quattro fattori di vitale importanza. Dovete essere anche abili venditori, astuti psicologi, brillanti individualisti, ed abili uomini d'affari.
Tutti i medici hanno naturale confidenza con la Diagnosi, ma la sua interpretazione implica solo il diagnosticare le malattie. Tuttavia c'è un secondo tipo di diagnosi di uguale e vitale importanza. Consiste prima di tutto nell'analizzare il paziente dal punto di vista commerciale, per determinare il suo valore per il dottore.
Molta della parlantina commerciale è adattata a (a) persuadere i pazienti a continuare ad avere cure settimanali, anche molto dopo che i loro sintomi sono stati risolti, (b) indebolire la fiducia nei medici, e (c) promuovere la chiropratica per la prevenzione come per la cura di tutta la gamma dei problemi di salute. Questi argomenti sono ancora frequenti nei corsi per la formazione pratica in chiropratica attualmente disponibili.


Disponibile un corso gratuito sulla "medicina basata su prove scientifiche"
(#15-47 - 29 novembre 2015)
La James Randi Educational Foundation ha prodotto un'eccezionale serie di lezioni video in 10 puntate in cui la dottoressa Harriet Hall confronta la medicina basata su prove scientifiche con i metodi cosiddetti "complementari e alternativi" (CAM). Gli argomenti comprendono: cos'è la CAM?, agopuntura, chiropratica, medicina energetica, omeopatia, "alternative" varie, naturopatia e medicina erboristica, trabocchetti della ricerca, medicina basata sulla scienza contro medicina basata su prove, medicina basata sulla scienza nei media e nella politica. Le lezioni variano da 32 a 45 minuti. È anche disponibile una guida integrativa al corso.

Messo in rete un podcast anti-ciarlatani
(#16-10 - 20 marzo 2016)
Il dr. Stephen Barrett e la dr.ssa Harriet Hall sono gli interpreti di un podcast di un'ora su affermazioni e fatti della "medicina alternativa".

L'agopuntura giudicata inefficace contro lombalgia
(#16-13 - 10 aprile 2016)
L'Istituto nazionale per l'eccellenza nella salute e nella cura (NICE - National Institute for Health and Care Excellence) ha concluso che l'agopuntura non è migliore di un placebo nella cura della lombalgia e della sciatica. La sua bozza di rapporto di orientamento ha anche affermato che sono stati fatti abbastanza studi per concludere che ulteriori ricerche difficilmente potrebbero modificare queste conclusioni. Le linee guida 2009 del NICE avevano raccomandato di considerare fino a 10 sessioni di applicazione di agopuntura per periodi fino a 12 settimane. [Davis N. Acupuncture for low back pain no longer recommended for NHS patients. The Guardian, March 24, 2016]

Genitori condannati per l'omicidio del figlio (#16-17 - 8 maggio 2016)
Una giuria canadese ha condannato David e Collet Stephan per il reato di "mancata fornitura dei mezzi di sussistenza" per il loro figlio di 18 mesi, Ezekiel, che è morto di meningite batterica mentre lo curavano da due settimane e mezza con peperoncino, aglio, cipolle e rafano e con un prodotto fatto da un naturopata che pretenderebbe di essere destinato a rafforzare il suo sistema immunitario [Alberta parents convicted in toddler's meningitis death. CBC News, April 26, 2016]. Il Collegio dei medici naturopati dell'Alberta ha aperto un'inchiesta in risposta ad una denuncia firmata da 43 medici [Naturopath in toddler's meningitis death trial to be investigated by industry body. CBC News, April 27, 2016].

Emessa la sentenza per la coppia condannata per l'omicidio del figlio (#16-24 - 26 giugno 2016)
I canadesi David e Collet Stephan, che erano stati condannati penalmente per il reato di "mancata fornitura dei mezzi di sussistenza" per il loro figlio di 19 mesi, Ezekiel, hanno ricevuto la sentenza [Bell D. David Stephan gets jail time, Collet Stephan gets house arrest in son's meningitis death CBC News, June 24, 2016].
- David è stato condannato a quattro mesi di reclusione.
- Collet è stata condannata a tre mesi di arresti domiciliari ed a pubblicare una copia non modificata della sentenza su tutti i social media ed i siti ai quali è personalmente iscritta.
- Entrambi sono stati condannati a prestare 240 ore di lavori socialmente utili.
- Gli altri tre figli della coppia devono essere visitati da un medico almeno una volta l'anno e da un'infermiera del servizio pubblico almeno ogni tre mesi.
Le notizie di stampa dicono che Ezekiel è morto di meningite batterica mentre lo curavano da due settimane e mezza con peperoncino, aglio, cipolle e rafano e con un prodotto fatto da un naturopata che pretenderebbe di essere destinato a rafforzare il suo sistema immunitario [Alberta parents convicted in toddler's meningitis death. CBC News, April 26, 2016]. Prima dell'udienza nella quale è stata emessa la sentenza, Collet ha sollecitato i suoi sostenitori su Facebook a spedire lettere al suo legale "riguardanti la reputazione mia e di Dave come genitori, la preoccupazione perché i nostri figli possano perderci e su come questa sentenza colpirebbe i vostri diritti di genitori". David è il vice-presidente del Truehope Nutritional Support, una ditta che commercializza "rimedi naturali".

Fatte a pezzi le affermazioni sull'agopuntura (#16-29 - 31 luglio 2016)
Friends of Science in Medicine, un gruppo anti-ciarlataneria australiano con più di 1.100 membri, ha pubblicato un devastante rapporto che chiede di finirla con l'omeopatia come pratica medica [Is there any place for acupuncture in 21st century medicine? Friends of Science in Medicine, July 25, 2016] Dopo aver riassunto la storia dell'agopuntura, e le teorie, le ricerche e le spiegazioni per gli studi falliti, gli autori concludono:
- L'agopuntura è stata studiata per decenni, e le prove che possa fornire benefici clinici continuano ad essere deboli e inconsistenti. Non c'è più alcuna giustificazione per ulteriori studi. Ci sono già abbastanza prove per concludere con tranquillità che l'agopuntura non funziona. Si tratta solo di un placebo teatrale basato su miti pre-scientifici.
- Tutti gli operatori sanitari che accettano di basare le loro cure su prove scientifiche, quando sono disponibili prove credibili, ma che continuano a includere l'agopuntura tra i loro interventi terapeutici, dovrebbero seriamente rivedere le loro pratiche.
- Non c'è posto per l'agopuntura in medicina.
Per molti anni, i sostenitori dell'agopuntura hanno citato come prova un rapporto dell'Organizzazione Mondiale della Salute (World Health Organization - WHO) che elencava oltre 90 disturbi per i quali l'omeopatia si credeva efficace. Nel 2014, comunque, questo rapporto è stato ritirato in risposta alle numerose prove che contraddicono il parere della WTO, comprese le revisioni della Cochrane Collaboration che hanno demolito la maggior parte delle affermazioni.

Proliferano le cliniche per cellule staminali (#16-29 - 31 luglio 2016)
Una ricerca ha rilevato che centinaia di cliniche commerciali stanno pubblicizzando ai consumatori terapie con cellule staminali [Plummer Q. 570 clinics in the US are offering expensive, unproven and unregulated stem cell therapies and that's very dangerous. Tech Times, July 5, 2016]. Le cellule staminali sono cellule primitive che possono diventare cellule specializzate, come quelle della pelle, quelle adipose o quelle muscolari. Possono aiutare a riparare tessuti e a generare nuove cellule dei tessuti per sostituire vecchi globuli rossi, muscoli strappati, pelle invecchiata e altri tessuti del corpo. Possono potenzialmente sostituire i tesuti danneggiati da una malattia, ma la ricerca è, bene che vada, alle fasi preliminari e c'è una forte preoccupazione per la sicurezza. Il medico dr. Gabe Mirkin, elenca alcune ragioni per stare in guardia contro le cliniche commerciali:
- Quando le cellule staminali sono estratte e reiniettate nella stessa persona, non c'è modo di sapere se si sono modificate in qualcosa.
- Le cellule staminali estratte da una persona non sembrano in grado di creare nuovi tessuti come quelle prese dal cordone ombelicale di un neonato, che sono cellule embrionali.
- Le cellule staminali dal cordone ombelicale di un bambino hanno molte più probabilità di presentare anomalie in grado di impedire loro di dare origine a nuovi tessuti duraturi.
- Le cellule staminali possono innescare una risposta nella quale il corpo tratta le nuove cellule come se fossero batteri, e le uccide.
- Le cellule staminali di molte di queste cliniche di solito non hanno nessuno dei vantaggi terapeutici che i laboratori di ricerca usano per rendere le loro cellule staminali più efficaci. Ad esempio, i laboratori di ricerca migliorano le cellule staminali manipolandole e trapiantando materiale genetico, come il DNA.
- Nessuna agenzia governativa sta controllando queste cliniche per cellule staminali non approvate e non regolate, per verificarne l'efficienza o la sicurezza.
- Le procedure usate in molte di queste cliniche non sono state approvate per la popolazione generale.
- Il sostegno di persone famose e le testimonianze di pazienti sono privi di significato.
- I prezzi praticati sono spesso vergognosi ed è improbabile che siano coperti dalle assicurazioni [Be wary of stem cell clinics. Gabe Mirkin's Weekly e-Zine, July 10, 2016].

Trasmesso l'HIV a pazienti di agopuntura (#17-08 - 19 febbraio 2017)
Almeno cinque pazienti dell'ospedale provinciale Zhejiang di Medicina Tradizionale Cinese sono stati infettati da HIV come conseguenza dell'applicazione di agopuntura con aghi non adeguatamente sterilizzati. Il South China Morning Post ha anche riportato che un tecnico e cinque funzionari dell'ospedale sono stati licenziati a seguito del fatto [Mai J. At least five infected with HIV after dirty needles used at Chinese hospital. South China Morning Post, Feb 9, 2017].

La FDA attacca le vendite di derivati della marijuana come cura del cancro (#17-41 - 5 novembre 2017)
La FDA ha ordinato a quattro compagnie, Greenroads Health, Natural Alchemist, That's Natural! Marketing and Consulting, e Stanley Brothers Social Enterprises LLC di smettere di vendere prodotti a base di cannabidiolo (CBD) affermando che sono efficaci contro il cancro. Tra i prodotti ci sono gocce di olio, capsule, sciroppi, tè e lozioni e creme per uso topico. Alcuni sono anche commercializzati come trattamento alternativo o aggiuntivo per l'Alzheimer e altre gravi malattie. Il CBD è un componente della pianta di marijuana non approvato dalla FDA in nessun prodotto farmaceutico per nessuna indicazione [FDA warns companies marketing unproven products, derived from marijuana, that claim to treat or cure cancer. FDA news release, Nov 1, 2017].

La Spagna propone di bandire la "medicina alternativa" dalle strutture sanitarie (#18-46 - 18 novembre 2018)
In Spagna i ministri della Scienza e della Salute hanno annunciato una proposta per: (a) eliminare le "medicine alternative" come l’agopuntura e omeopatia dalle strutture sanitarie nelle quali tutte le cure devono essere date da professionisti riconosciuti, e (b) creare accordi con rettori, presidi o autorità regionali per far cessare la concessione di lauree legate a tali pratiche nelle università spagnole. I sostenitori della salute e della scienza hanno fatto pressione sul ministro della salute per agire in seguito a diversi decessi con alta risonanza, tra i quali quello del ventunenne Mario Rodriguez, che è morto dopo aver interrotto le sue cure ospedaliere per la leucemia, basandosi sul parere di un supposto naturopata che aveva affermato di essere in grado di curare il cancro con le vitamine [Spain plans to ban alternative medicine in health centres. The Guardian. Nov 14, 2018].

indice di "con buona salute"

La versione originale dei testi della newsletter è sulla pagina inglese. Per suggerimenti o critiche riguardanti la traduzione potete scrivermi.
Per accedere all'archivio completo della newsletter andate sulla pagina web:
http://www.ncahf.com/digest/index.html.
Per ricevere gratuitamente la newsletter di Consumer Health Digest (in inglese) basta collegarsi alla pagina web:
http://www.ncahf.com/digest/chd.html.

Salute a tutti (meno ai ciarlatani che guadagnano sulla salute degli altri).

pagina creata il: 24 agosto 2011 e aggiornata a: 21 novembre 2018