Con buona salute
(dalla newsletter di Consumer Health Digest. Traduzione: Andrea Gaddini).:
Legenda: FDA: Food and Drug Administration, Agenzia per gli Alimenti ed i Farmaci degli Stati Uniti http://www.fda.gov/
FTC: Federal Trade Commission, Commissione Federale sul Commercio degli Stati Uniti
http://www.ftc.gov/

fregature varie

Lanciata una televendita molesta. (#10-11, 18 marzo 2010)
Un programma di televendita via Internet che promette grandi guadagni può costituire una minaccia per gli operatori dei siti web che inviano il loro numero di telefono. I venditori del programma forniscono un software che può cercare su Internet i numeri di telefono collegati alla password scelta dall'utente. La lista ottenuta può quindi essere acquisita da siti web che sono in grado di eseguire anche 3000 chiamate l'ora al costo di 1-2 cent l'una. Se combinati insieme, questi programmi possono costituire una colossale molestia. [Barrett S. Scraper Pro and Phone Broadcast Club: How to become a major nuisance in two easy steps. Quackwatch, March 17, 2010] http://www.quackwatch.org/15Ads/scraperpro.html.

La FTC colpisce duramente i venditori del software "Acne Cure". (#11-29, 8 settembre 2011)
I venditori di due applicazioni per cellulari hanno patteggiato accordi secondo i quali si asterranno dal fare affermazioni infondate secondo le quali i loro prodotti curerebbero con successo l'acne generando luci colorate ["Acne Cure" mobile app marketers will drop baseless claims under FTC settlements. FTC News release, Sept 11, 2011]. In entrambi i casi agli acquirenti si consigliava di tenere il display del telefono vicino all'area della pelle da curare per pochi minuti ogni giorno mentre l'applicazione era attivata.
Lo sviluppatore software Koby Brown ed il dermatologo Gregory W. Pearson in affari con la ditta Dermapps (Houston, Texas), hanno venduto circa 11.600 copie di "AcneApp" per mezzo dell'iTunes store per $1,99. Secondo il patteggiamento sono obbligati a pagare $14.294 alla FTC.
Lo sviluppatore software Andrew N. Finkel (Rochester, N.Y.) ha venduto circa 3.300 copie di "Acne Pwner" attraverso l'Android Marketplace di Google per $.99. Il suo patteggiamento prevede il pagamento di $1.700.
Questi casi sono i primi in cui la FTC si è attivata contro affermazioni sulla salute nel mercato delle applicazioni per cellulari.

Reebok concilia un'accusa di pubblicità ingannevole. (#11-36, 27 ottobre 2011)
La Reebok International ha conciliato le accuse della FTC secondo le quali la pubblicità delle sue "scarpe tonificanti" è ingannevole. La pubblicità in questione afferma che la tecnologia della suola delle scarpe da passeggio Reebok's EasyTone e delle scarpe sportive RunTone presenta cuscinetti d'aria in movimento che creerebbero "micro instabilità" che tonificherebbe e rinforzerebbe la muscolatura durante il passo o la corsa.
Secondo l’accordo Reebok dovrà pagare 25 milioni di dollari ed astenersi dal fare affermazioni non dimostrate sul fatto che le scarpe tonificanti o altri capi tonificanti siano efficaci nel rinforzare i muscoli. [Reebok to Pay $25 Million in Customer Refunds To Settle FTC Charges of Deceptive Advertising of EasyTone and RunTone Shoes. FTC news release, Sept 28, 2011] http://www.ftc.gov/opa/2011/09/reebok.shtm.

Messo in rete un classico sulla storia delle sigarette (#13-42, 6 novembre 2013)
Il testo completo del libro di denuncia del 1984 della Dott.ssa Elizabeth Whelan, A Smoking Gun: How the Tobacco Industry Gets Away with Murder (La pistola fumante: come l'industria del tabacco l'ha fatta franca per i suoi omicidi), è stato messo in rete su Quackwatch (link). Il libro mette in evidenza come l'industria del tabacco ha raggiunto il successo economico e le azioni necessarie per controllarlo.

Medium truffatrice condannata a 10 anni (#14-08 - 9 marzo 2014)
Rose Marks, che con alcuni suoi familiari aveva messo in piedi un'attività di predizione del futuro a Fort Lauderdale, Florida e nella città di New York, è stata condannata a più di 10 anni di carcere da scontare nelle prigioni federali per aver truffato i suoi clienti per oltre 17,8 milioni di dollari. Marks è in carcere da settembre, quando una giuria l'ha dichiarata colpevole di 14 reati dopo un processo durato un mese. Tra le sue vittime la scrittrice di romanzi rosa di successo Jude Deveraux, sua cliente dal 1991. L'incriminazione, che comprendeva accuse di frode postale e telematica e riciclaggio di denaro sporco, specificava che:
- Marks, che si presentava come indovina, chiaroveggente e consigliere spirituale , induceva i clienti a darle denaro, gioielli, doni ed altri oggetti di valore, in cambio delle sue promesse di fornire servizi di predizione del futuro, guarire le persone da malattie, togliere maledizioni, scacciare spiriti maligni da case e persone e pulire le anime dei suoi clienti e delle loro famiglie.
- Marks inoltre riferiva ai suoi clienti di aver parlato con San Michele Arcangelo per chiedergli consigli e pareri per i loro casi.
- Altri otto suoi familiari hanno partecipato in un modo o nell'altro all'affare di famiglia.
Gli altri familiari si son tutti dichiarati colpevoli di imputazioni minori e sono stati o saranno condannati. Il Miami Sun-Sentinel ha pubblicato i passi salienti del processo, tra i quali quello in cui il giudice ha affermato che, sebbene i crimini della famiglia fossero spregevoli, si meravigliava del fatto che qualcuno potesse farsi ingannare dalle assurde promesse e predizioni da loro fatte. Il pubblico ministero ha affermato che molte delle vittime erano particolarmente vulnerabili perché dovevano fare fronte a lutti, problemi sentimentali, malattie personali o di familiari e altre avversità, ma il giudice ha indicato che molti di loro avevano un livello alto di educazione. [McMahon P. 'Psychic' who fleeced millions from clients sentenced to 10 years in prison. Sun Sentinel, March 3, 2014, link].

Smithsonian racconta una truffa legata al digiuno (#14-40 - 3 novembre, 2014)
Smithsonian.com ha pubblicato un breve resoconto su Linda Hazzard alla quale, nonostante lo scarso tirocinio ufficiale e la mancanza di una laurea in medicina, è stata concessa da parte dello Stato di Washington la licenza come "specialista in digiuno" [Lovejoy B. The Doctor Who Starved Her Patients to death: Linda Hazzard killed as many as a dozen people in the early 20th century, and they paid willingly for it. Smithsonian.com, Oct 28, 2014]. Hazzard sosteneva che la causa di tutte le malattie è il troppo mangiare ed ha raccomandato lunghi periodi di digiuno quasi totale durante il quale i pazienti consumavano solo piccole porzioni di brodo vegetale, subivano sistemi di "risciacquo" dei loro apparati con clisteri quotidiani e vigorosi massaggi, che secondo gli infermieri a volte sembravano piuttosto dei pestaggi. Secondo l'articolo molti dei suoi pazienti sono morti di fame, lei è diventata il beneficiario dei beni di clienti facoltosi, e nel 1911 è stata infine condannata e incarcerata per omicidio colposo. I dettagli della sua carriera sono stati pubblicati in Starvation Heights (2005), che è disponibile su Amazon.com.

Demistificato il concetto di "disintossicazione" (#16-02 - 10 gennaio 2016)
Il farmacista Scott Gravura ha scritto un eccellente articolo sulle false "disintossicazioni" [Gravura S. The one thing you need to know before you detox. Science-based Medicine Blog, Dec 31, 2015]. L'articolo spiega:
"disintossicazione" è un termine medico lecito che è stato reclutato per vendere prodotti e servizi inutili. È una falsa cura per una falsa malattia. La vera disintossicazione non è ordinata da un menù ad un juice bar, o messa insieme da provviste trovate nella dispensa. La vera disintossicazione è somministrata in ospedale in situazioni di rischio per la sopravvivenza, di solito quando nel corpo ci sono livelli pericolosi di alcool, droghe o altri veleni. Le medicine usate nella vera disintossicazione non sono ingredienti di uno smoothie. Quello che è propagandato oggi come "disintossicazione" non è molto differente dai rituali religiosi di pulizia e purificazione, vecchi come il cucco. Inquadrare la disintossicazione in termini religiosi non avrebbe un richiamo in un mondo che valorizza la scienza. Quindi, usa la parola "tossina" invece di "peccato", e chiama "disintossicazione" un rituale, e subito avrai dato al tuo trattamento una patina che sa di scientifico (...).
Non è stata mai pubblicata alcuna prova che suggerisca che trattamenti, kit o rituali di disintossicazione abbiano un qualche effetto sulla capacità del corpo di eliminare in modo efficace i prodotti di scarto. Hanno invece la capacità di fare danni, non solo con effetti diretti, come i clisteri di caffé o i purganti, ma anche distraendo e confondendo la gente su come funziona veramente il corpo e su cosa ci serve per mantenerlo sano. La "disintossicazione" concentra l'attenzione su questioni irrilevanti, dando l'impressione che si possano azzerare scelte di stile di vita con riparazioni rapide. Un miglioramento della salute non si trova in una scatoletta d'erbe, in una fialetta di prodotto omeopatico o in una sacca di caffé mandata giù per il retto. Le implicazioni sullo stile di vita di una dieta sbagliata, della mancanza di attività fisica, del fumo, della carenza di sonno e dell'uso di alcool o droghe non si possono semplicemente lavare o purgare via. I nostri reni ed il nostro fegato non hanno bisogno di un trattamento disintossicante. Se qualcuno vi suggerisce una disintossicazione o una pulizia, ricordatevi che state ascoltando uno sproloquio pubblicitario per una malattia immaginaria.
Quackwatch offre ulteriori dettagli su strategie e truffe della "disintossicazione".

Pirobati ustionati (#16-25 - 3 luglio 2016)
Più di 30 persone che partecipavano ad un seminario di Tony Robbins "Unleash the Power Within" ("libera la forza che hai dentro") a Dallas, sono stati curati per ustioni dopo essere stati incoraggiati a camminare su carboni ardenti [More than 30 burned during famous motivational speaker's hot coal walk. CBS News, June 24, 2016]. La pirobazia consiste nel camminare su carboni, pietre o ceneri ardenti senza bruciarsi le piante dei piedi. Robbins la incoraggia per dimostrare che le persone possono fare cose che sembrano impossibili e la rappresenta come una tecnica per trasformare le paure in energia. Robbins descrive i suoi seminari motivazionali come "progettati per aiutarti a sbloccare e liberare le forze che hai dentro e che ti possono aiutare a sfondare ogni limite e a creare la qualità della vita che desideri". Lesioni simili sono state riportate in un seminario di Robbins a San Jose, in California nel 2012. The Skeptics Dictionary pubblica un eccellente articolo sulla pirobazia.

Amazon.com criticiata per la vendita di prodotti da ciarlatani (#16-34 - 11 settembre 2016)
Un'inchiesta dal quotidiano britannico The Sun accusa Amazon.com di "mettere in pericolo le persone malate e vulnerabili smerciando illegalmente falsi rimedi da ciarlatani contro il cancro" [Quinton M, Stoneman J. DANGEROUS AND MISLEADING' How web giant Amazon 'endangers' the sick and vulnerable by 'peddling bogus miracle cancer cures. The Sun, Sept 6, 20-16]. Tra i prodotti ci sono dei "fulminatori" elettronici che affermano curare l'HIV, istruzioni per applicare clisteri di varechina per l'autismo e pillole fatte con ghiandole animali, destinate a persone con disturbi della tiroide. Un prodotto, le Dr Reckeweg R17 Tumour Drops, che affermava di curare "tutti i tumori, maligni o benigni" compreso il cancro al seno ed allo stomaco, è stato tolto dal sito di Amazon dopo la pubblicazione dell'articolo, però migliaia di prodotti dubbi restano disponibili trsmite Amazon.

Conciliata una causa contro la Trump University (#16-43 - 20 novembre 2016)
Il procuratore generale di New York Eric Schneiderman ha annunciato che Donald J. Trump ha accettato di pagare 25 milioni di dollari per conciliare tre cause che lo accusavano di aver travisato la natura e il valore dei corsi sul mercato immobiliare offerti dalla Trump University. La conciliazione comprende il pagamento di 21 milioni di dollari per risolvere due cause collettive in California e di 4 milioni di dollari allo Stato di New York da utilizzarsi per (a) risarcimento degli ex studenti che non erano parti in causa nelle cause collettive e (b) se rimangono fondi, per pagare fino a 1 milione di dollari per costi e/o sanzioni per il mancato ottenimento da parte della Trump University di una licenza del Dipartimento dell'Educazione di New York. Trump non ha ammesso alcuna responsabilità, ma Schneiderman nel suo comunicato stampa non ha avuto peli sulla lingua:
Nel 2013, il mio ufficio ha citato Donald Trump per aver truffato migliaia di americani innocenti per milioni di dollari attraverso un piano noto come Trump University. Donald Trump ci ha combattuto in ogni fase dell'iter, intentando accuse infondate e ricorsi inutili e rifiutando di conciliare anche risarcimenti per piccoli importi per le vittime delle sue università fasulle. Oggi, una conciliazione per 25 milioni di dollari, è uno stupefacente capovolgimento da parte di Donald Trump e una grande vittoria per le oltre 6.000 vittime della sua università fraudolenta.
Credential Watch contiene altri dettagli e link ai documenti di tutte e tre le cause
.

Tre pazienti rese cieche da una terapia non approvata con cellule staminali (#17-13 - 26 marzo 2017)
Secondo il New England Journal of Medicine tre donne sono diventate permanentemente cieche dopo aver ricevuto negli occhi iniezioni con preparazioni di cellule saminali. Le pazienti, con età tra 72 e 88 anni, avevano una degenerazione maculare legata all'età. I giornali hanno identificato la clinica come Bioheart Inc., conosciuta anche come U.S. Stem Cell Inc. e riportano che che la procedura con le cellule staminali comprendeva una liposuzione per prelevare grasso dall'area addominale, l'isolamento delle cellule staminali dal grasso, e l'iniezione delle cellule direttamente negli occhi. Le complicazioni sono state distacco della retina, enorragie e perdite della vista. Osservatori esperti ritengono che la FDA dovrebbe regolare in modo più restrittivo le cure con cellule staminali, e che studi non approvati non dovrebbero essere elencati nel sito ClinicalTrials.gov, perché questo gli dà un'immeritata rispettabilità [McGinley L. 3 women blinded by unapproved stem-cell 'treatment' at Florida clinic. Chicago Tribune, March 16, 2017]. Un altro articolo del New England Journal osserva: "Al di fuori di poche ben definite indicazioni, l'asserzione che le cellule staminali siano intrinsecamente in grado di percepire l'ambiente nel quale sono introdotte e di indirizzarsi su qualunque funzione richieda una sostituzione o riparazione, non è basata su evidenze scientifiche".

Blogger australiana condannata per aver mentito su un tumore al cervello (#17-14 - 2 aprile 2017)
Il giudice di un tribunale federale ha concluso che per Belle Gibson, di 25 anni, è mancata qualunque base razionale o ragionevole per credere che avesse il cancro, quando lei stessa lo dichiarava pubblicamente per promuovere il suo libro e le sue app. Il libro della Gibson, "The Whole Pantry" ("la dispensa integrale"), affermava che: (a) le era stato diagnosticato un tumore al cervello e le era stato detto che sarebbe morta entro quattro mesi, (b) aveva ricevuto delle cure ordinarie, ma poi aveva intrapreso una "ricerca" per guarirsi da sola per mezzo di "nutrizione e medicina olistica", (c) la dieta e le cure naturali le avevano allungato la vita. La causa penale contro Gibson era stata avviata da Consumer Affairs Victoria. che aveva anche ottenuto un provvedimento esecutivo con il quale l'editore del libro (Penguin Australia Pty Ltd) riconosceva che le affermazioni del libro erano false, e accettava di donare 30.000 dollari australiani al Victorian Consumer Fund (Fondo Consumatori dello Stato di Victoria). Notizie di stampa riportano che Gibson ha incassato oltre 1 milione di dollari australiani con il suo libro e le app [Brown V, Sullivan R. Judgment in Belle Gibson vs. Consumer Affairs Victoria case handed down. News.com.au, March 16, 2017].

Segretaria all'Educazione ha pesantemente investito in una discutibile clinica di "allenamento cerebrale" (#17-22 - 28 maggio 2017)
Il Washington Post ha pubblicato una dettagliato inchiesta su Neurocore, una società di "prestazioni cerebrali" di proprietà della famiglia di Betsy DeVos, Segretaria statunitense dell'educazione. DeVos si è dimessa dal Consiglio di amministrazione di Neurocore quando è entrata nel governo Trump, ma lei e suo marito hanno mantenuto una quota finanziaria tra 5 e 25 milioni di di dollari, secondo una comunicazione informativa presentata all'Office of Government Ethics (Ufficio per l'etica governativa). Il programma Neurocore afferma di migliorare le prestazioni cerebrali per mezzo di sessioni nelle quali il paziente guarda la televisione mentre è collegato ad un elettroencefalografo. L'autore dell'inchiesta si è sottoposto ad un programma di prova da 250 dollari, ha esaminato le prove sperimentali pertinenti, ha intervistato diversi esperti, ed ha concluso:
Ammetto che prima d'imbattermi in Neurocore, avevo poche intenzioni di aderire alle cure della società. Ho letto troppi articoli scettici sull'allenamento cerebrale per pensare di pagarmi i suoi servizi. Ma ci sono voluti colloqui con esperti ed una visita in Florida per scoprire che la ditta era anche dannosa, una Trump University per gente con difficoltà cognitive. Incartando scienza incerta in un'elegante confezione, promettendo qualcosa che non può completamente fornire, Neurocore offre false speranze a gente che ha bisogno di aiuto onesto. A questo proposito, la cosa più rilevante è che DeVos, la pedagoga più importante della nazione, è dietro tutto questo, promuovendo una forma di educazione che non sembra veramente educare [Boser U. Betsy DeVos has invested millions in this 'brain training' company. So I checked it out. Washington Post, May 26, 2017].

Pubblicato un allerta per la cromoterapia (#17-24 - 18 giugno 2017)
Skeptical Inquirer ha pubblicato una critica della cromoterapia (terapia del colore), una cura pseudoscientifica per la quale si applica luce colorata alla pelle o agli occhi [Point S. The danger of chromotherapy Skeptical Inquirer 41(4):50-53, 2017]. Per più di 100 anni la fonte di luce sono state le lampadine ad incandescenza, che non creano nessun rischio fisico. L'autore nota, comunque, che alcuni dispositivi recenti usano lampadine a LED, che sono abbastanza potenti da causare danni alla retina se poste vicino agli occhi.

Il Consiglio Americano per la Scienza e la Salute demolisce un test genetico per il talento calcistico (#17-28 - 16 luglio 2017)
Il Consiglio Americano per la Scienza e la Salute (American Council on Science and Health) ha duramente criticato una ditta che afferma che il suo "DNA Soccer Test", del costo di 299 dollari, può aiutare i genitori a valutare e migliorare il potenziale di un bambino come giocatore di calcio [Lief E. The goal is scamming parents: Testing kids's DNA for soccer talent. ACSH Web site, July 12, 2017]. Nel 2015, la Federazione Internazionale di Medicina Sportiva (International Federation of Sports Medicine) ha concluso:
- Il numero di ditte che offrono test genetici direttamente-al-consumatore (DAC), che affermano di identificare il potenziale atletico dei bambini è aumentato da almeno 22 nel 2013 ad almeno 39 nel 2015.
- I problemi relativi a questi test comprendono affermazioni esagerate, mancanza di comunicazione e controllo di qualità, e induzione all'acquisto di integratori costosi.
- L'opinione condivisa tra i ricercatori genetici sullo sport e la pratica atletica è che i test genetici non soddisfano i requisiti di base per la diagnostica ed hanno un ruolo scarso o nullo nella prescrizione individualizzata dell'allenamento per massimizzare le prestazioni.
- Nessun atleta bambino o giovane deve essere esposto a test genetici DAC per definire o modificare l'allenamento o per identificare talenti [Webborn N and others. Direct-to-consumer genetic testing for predicting sports performance and talent identification: Consensus statement. British Journal of Sports Medicine 49:1486-1491, 2015].

Risolto un caso di pubblicità di repellente per insetti (#18-41 - 14 ottobre 2018)
La Federal Trade Commission (FTC) ha approvato un’ordinanza consensuale finale che risolve accuse di pubblicità ingannevole contro Mikey & Momo, Inc. e i suoi proprietari a riguardo della commercializzazione dei loro spray e candele profumati. La FTC ha accusato gli imputati di (a) avere impropriamente affermato che i loro prodotti avrebbero agito come repellente per le zanzare vettrici dei virus che causano Zika, dengue, chikungunya e febbre gialla e (b) aver pubblicato una recensione a cinque stelle su Amazon, redatta da uno dei proprietari e dai suoi parenti. [FTC approves final consent order in Aromaflage insect repellant advertising case. FTC Press Release. Sept 27, 2018].

indice di "con buona salute"

La versione originale dei testi della newsletter è sulla pagina inglese. Per suggerimenti o critiche riguardanti la traduzione potete scrivermi.
Per accedere all'archivio completo della newsletter andate sulla pagina web:
http://www.ncahf.com/digest/index.html.
Per ricevere gratuitamente la newsletter di Consumer Health Digest (in inglese) basta collegarsi alla pagina web:
http://www.ncahf.com/digest/chd.html.

Salute a tutti (meno ai ciarlatani che guadagnano sulla salute degli altri).

pagina creata il: 24 agosto 2011 e aggiornata a: 18 ottobre 2018