Podoliche

In Europa esiste un gruppo di razze bovine dal mantello grigio, spesso molto simili tra loro, che condividono una grande rusticità, ossia una marcata capacità di adattarsi ad ambienti difficili, alle avversità climatiche, ed alle contingenze storiche che costringono gli animali a sopravvivere senza l'assistenza dell'uomo.
Molte di queste razze hanno una storia comune, in quanto facevano parte di una popolazione diffusa su un'area geografica molto ampia, con lievi variazioni dovute alle differenze d'ambiente. Infatti bovini grigi da lavoro dalle lunghe corna erano presenti in tutti i Balcani ed in Italia, in particolare sulle coste dell'Adriatico e dello Jonio, dalla Grecia alla Puglia, oltre che in Maremma, sulla costa tirrenica.
Oggi rimangono piccole popolazioni isolate, classificate come razze autoctone, spesso a rischio estinzione, ma accomunate da un bassissimo impatto sull'ambiente e da una ridottissima dipendenza dall'uomo. Queste razze sono state capaci nel passato, e lo sono tuttora, di sopravvivere con risorse alimentari di scarsa qualità e di costo basso o nullo, di partorire senza l'assistenza dell'uomo e di allevare i vitelli con mortalità bassissima fino allo svezzamento, in condizioni ambientali difficili, di resistere alle malattie, ai parassiti ed ai predatori, fornendo carne, latte e lavoro, e costituendo, in determinate zone, l'unica possibile fonte di reddito per gli abitanti.
Nella situazione attuale, con un rapido e drastico cambiamento climatico ed una crescita demografica che rende sempre meno sostenibili sistemi agricoli che richiedono un forte impiego di risorse, le razze autoctone rustiche, e tra di esse le podoliche, sono preziosi strumenti aggiuntivi della "cassetta degli attrezzi" a disposizione dell'umanità per sopravvivere in una situazione quasi disperata.
Pubblico qui di seguito alcune foto che ho scattato in giro per l'Europa, sperando di risvegliare la curiosità di chi legge, e il desiderio di approfondire la conoscenza di queste razze, insieme ai link ad alcuni articoli che ho scritto su di esse (in italiano) e a link esterni in varie lingue, che spero possano stimolare il desiderio di saperne di più.

Foto di Andrea Gaddini. Puoi usare queste foto a condizione di citarne la fonte

Maremmana
(Italia)

Romagnola
(Italia)

Magyar szürke szarvasmarha (Grigia Ungherese)
(Magyarország-Ungheria)

Istarsko Govedo-Boškarin (Istriana)
(Hrvatska-Croazia)

Slavonsko Srijemsko Podolsko Govedo (Podolica Slavono-Sirmia)
(Hrvatska-Croazia)

Podolsko Govece - Sivo-stepsko govece - Podolac (Podolica Serba)
(Srbija-Serbia)

GADDINI A., STOJANOVIC S. (2016) La Podolica serba. Eurocarni, 10: 104-110. link

Sykia
(Hellas-Grecia)

AMALTHIA - (Società Greca per la Protezione e la Tutela delle Razze Domestiche Autoctone) link.
ANABIC - Associazione Nazionale Allevatori Bovini Italiani Carne. Libro Genealogico, Consistenze al 31.12.2016
link.
ANARZ - AGENTIA NATIONALA PENTRU ZOOTEHNIE (Agenzia Nazionale Romena per la Zootecnia) (2016) Raport de Activitate 2015. Balotesti, Romania.
link
DAD-IS FAO (2016) Domestic Animal Diversity Information System. link
HPA - HRVATSKA POLJOPRIVREDNA AGENCIJA (2017) Govedarstvo - Godišnje izvješce (Cattle breeding - Annual report 2016). Križevci, Croazia. link
MSzSzTE - Magyar Szürke Szarvasmarhát Tenyésztök Egyesülete (Associazione Allevatori Razza Grigia Ungherese). 2015 Tenyésztési és Termelési Összesítö - Breeding and production summary. 10/03/2016

links

bibliografia:
BIGI Daniele, ZANON Alessio (2008) Atlante delle razze autoctone. Edagricole, Bologna.
BODÓ Imre (a cura di, 2011), Characterization of Indigenous and Improved Breeds, Te-Art-Rum Bt., Budapest.
CIANI Ferdinando, MATASSINO Donato (2001) Il bovino grigio allevato in Italia: origine. Nota I: il bovino Macrocero. Taurus speciale 12: 89-99.
FAELLI Ferruccio (1903) Razze bovine, equine, suine, ovine e caprine. Ulrico Hoepli, Milano.
GADDINI Andrea (2016) Le podoliche. Eurocarni, 8: 74-79.
link
MASON I. L. (1951) A World Dictionary of Breeds Types and Varieties of Livestock. Commonwealth Agricultural Bureau, Slough, Bucks, England.
SAÑUDO ASTIZ Carlos (2011) Atlas Mundial de Etnología Zootécnica. Servet, Zaragoza, Spagna,
SAVE/Monitoring Institute (2002) Risorse genetiche agrarie in Italia. Monitoring Institute, San Gallo, Svizzera. pag. 120.

links:
Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus link

pagina creata il: 22 agosto 2017 e aggiornata al: 19 ottobre 2017